Storia

La Pallacanestro Cerea viene fondata il 7 luglio 1970 ed il primo assetto societario comprende il presidente Camillo Martello, il vice presidente Vittorio Criscuolo, i consiglieri Alfonso Menegazzi, Terenzio De Togni, Francesco Bonfante, Gino Passarin, Natalina Poli.    Le prime squadre sono una allievi maschile e una allieve femminile, rispettivamente allenate dal professore di educazione fisica Antonio Tomezzoli e da Gianni Giason, ex-giocatore proveniente da Legnago.    In quei tempi la Federazione autorizza lo svolgimento delle partite anche all’aperto e così, in attesa del completamento della palestra delle Scuole Elementari di Villaggio Trieste, i primi incontri vengono disputati nel campo delle vecchie Scuole Medie, adiacente all’allora Stadio Comunale.

I primi anni sono costellati da anedotti più o meno curiosi e romanzati, riportati dai pionieri di questo sport e tramandati di generazione in generazione, ma uno merita assolutamente di essere ricordato:  esordio nel campionato di promozione femminile,  si va in trasferta a Vicenza e le ragazze sono letteralmente frastornate dall’emozione e smarrite nell’immensità di quel palazzetto;  al riposo il punteggio è fermo su un impietoso 48–0 (ricordiamo ai più giovani che allora si giocavano due tempi da 20 minuti);  alla ripresa del gioco la palla viene subito conquistata dalle nostre, entrata in terzo tempo, canestro!  tutta la panchina scatta in piedi, il quintetto in campo si abbraccia come fosse stato siglato il canestro della vittoria, ma in breve tempo, tra lo stupore generale, si delinea la cruda verità…..  è un autocanestro !

Il primo marchio che accosta la propria immagine a quella dei colori allora biancorossi è quello della ditta Corato Paniforti Cerea, il nucleo storico della squadra maschile è composto dai ragazzi del ’57  Passarin, Favalli, Menegazzi, Bonfante, Marangoni, Aquironi e dai più giovani Pasotto, Giuliano Bonfante, e Poli.     La dirigenza è formata dal presidente Carlo Longhi, coadiuvato dal segretario Fabio Poli, colonna portante della società negli anni seguenti.   Al gruppo di giocatori sopra citato e del giocatore/allenatore Giason, si uniscono i legnaghesi  Giuliani, Piva, Zerbinati, Perini, Pesarin e Bruschetta.

A metà degli anni settanta l’asse play-pivot Pasotto-Menegazzi conduce la squadra a numerosi successi nel campionato di Promozione, mentre il talentuoso Marangoni viene notato dagli osservatori dell’Ignis Varese:  Tiziano si trasferirà nella città lombarda, verrà convocato nelle rappresentative nazionali Cadetti e Juniores negli anni successivi e sarà nella rosa della squadra varesina in numerose partite della sua squadra di club nelle competizioni internazionali, anche se negli anni successivi non sarà accompagnato da molta fortuna nella sua carriera.

A fine anni settanta il ridimensionamento degli sforzi economici porta alla partenza di quasi tutti gli atleti arrivati in quegli anni, che si divideranno tra Legnago e Minerbe, ma la prima squadra, guidata da Riccardo Poli, raccoglierà comunque negli anni seguenti piazzamenti di prestigio a livello provinciale.  Il settore giovanile è affidato invece a Franco Passarin e Maurizio Travaglini.

Nel 1983 viene ultimato il palazzetto delle Scuole Medie in via Gandhi, allora la più grande struttura in provincia dedicata a questo sport, che viene inaugurata con il concentramento nord delle Finali Nazionali Juniores Femminili.     Si riaccendono gli entusiasmi e la rosa composta sempre dai vari “Ginetto” Pasotto, Gigi “Trivela” Menegazzi, “Bigon” Favalli e Fabio Poli, viene integrata dall’arrivo di Marco Lunghi, Fausto Vicentini e dai “veronesi” Vielmo, Cittadini, Trivellato, Gilmozzi e Roi.

Arriva la prima storica promozione in serie D regionale.

La società compie sforzi importanti per rendere ulteriormente competitiva la squadra, ma il salto di categoria è troppo elevato e non si riesce ad evitare l’immediata retrocessione nel campionato provinciale di Promozione.   Da lì in avanti seguiranno altre annate con risultati alterni e non certo entusiasmanti, cui seguirà la decisione della dirigenza di non iscrivere per qualche anno la squadra senior al campionato.

E’ il momento infatti di tornare a dedicarsi con convinzione sul settore giovanile: in palestra operano con passione e competenza il sempreverde professor Tomezzoli, i confermati Riccardo Poli, Franco Passarin e Marco Lunghi, mentre per coordinare tutta l’attività al di fuori del parquet all’esperto Fabio Poli si uniscono nuovi dirigenti, tra cui il presidente Giovanni Trentin, che porta a Cerea lo sponsor Latte Burro Virgilio.

I frutti di tanto entusiasmo e lavoro arrivano di lì a poco e la stagione 1988-89 è da ricordare.

Gli atleti del 1974 (Ragazzi) guidati da un giovanissimo Marco Lanza cedono in finale all’Atletico, ma la vera impresa è compiuta qualche settimana dopo dalla squadra 1971 condotta da Gigi Menegazzi, che vince il Campionato Provinciale Cadetti dopo una infuocata “bella” nella storica palestra delle piscine di S.Giovanni Lupatoto contro il Villafranca e conquista quindi il diritto a disputare nella suggestiva cornice della Fondazione Benetton di Treviso le Finali Regionali (allora in un unico weekend tra le vincenti delle varie province) dove però Trentin jr e soci cedono in semifinale a Schio.

Seguono anni di campionati giovanili svolti sempre da protagonisti, con ben tre presenze alle Final Four nelle tre annate successive (Allievi 1989-90, Juniores 1990-91, Juniores 1991-92);   ma altrettanto importanti, al di là dei risultati del campo, sono le esperienze che vivono due ragazzi nati e cresciuti a Cerea,  Denis Melotto e Alessandro Bersan, che vengono ceduti in prestito alla Scaligera Basket Verona (allora Citrosil, poi Glaxo) e che si allenerano e giocheranno a fianco di giocatori del calibro di Davide Bonora, Matteo Nobile e Davide Ancilotto, partecipando anche ad una Finale Nazionale Cadetti.

Nel frattempo gli ex campioni provinciali Passarin, Trentin, Tarocco, Modena e compagnia, terminata la trafila delle giovanili, vincono il campionato di Prima Divisione sotto la guida di Riccardo Poli e si conquistano il diritto a disputare nuovamente la Promozione, che nelle due stagioni seguenti sarà affidata a Marco Lanza, con il compito di portare a maturazione i ragazzi da lui cresciuti negli anni delle giovanili (Lovato, Patuzzo, Dal Cer) o nel frattempo tornati all’ovile (Bersan e Melotto), integrandoli con il gruppo di senior sopra nominati.

Con l’avvento di Fausto Vicentini in panchina si concretizza il ritorno dei “mitici” Ginetto Pasotto e Tiziano Marangoni: la Promozione raggiunge il terzo posto in campionato e si conquista il diritto al ripescaggio in serie D.

La stagione 1995-96 è un’altra annata storica:  l’unica in cui la Pallacanestro Cerea, sempre sotto la guida di Fausto Vicentini, riesce a mantenere la categoria regionale, raggiungendo la salvezza con vittorie importanti come quella di Asiago nel girone di andata o contro le corazzate Cestistica e Trasteverina nel finale infuocato di stagione.

Un ciclo sta però chiudendosi, sia sul piano strettamente sportivo e tecnico, che a livello dirigenziale: l’anno successivo purtroppo per i biancorossi arriva la retrocessione, mentre la presidenza viene assunta da Luca Montagnani ed entra nella dirigenza Lorenzo Maggioni.

La prima squadra tra vari avvicendamenti in cabina di regia non frequenta più ormai la parte alta della classifica, ma continua comunque l’eccellente lavoro nel settore giovanile e nella stagione 1998-99 si scrive un’altra pagina gloriosa per la Pallacanestro Cerea: gli Allievi (classe 1984) di Enrico Tarocco e Cristian Marangon, guidati da Marco Lunghi, conquistano il Titolo Provinciale e si arrendono solo ai Bears Mestre nella finalissima per il titolo regionale.

La presidenza passa a Franco Bozzolin, la società ritenta il salto di categoria e affida a Marco Lanza la prima squadra. Nella stagione 2000-01 sembra raggiunta l’alchimia giusta tra il “sempreverde” Pasotto, i vari Vanzani, Patuzzo, Melotto, Bersan e le nuove leve Rettondini, Beghini e Defanti.   Ma l’Atletico di coach Zangani, dopo aver eliminato a sorpresa il Valpolicella di Babic, al termine di tre gare tiratissime contornate da un pubblico di oltre 800 persone, infrange anche i sogni della tifoseria ceretana.

Da allora la prima squadra, pur disputando campionati più che dignitosi alla guida di Lonardi, Grazia, Maggioni, Defanti e Vicentini, purtroppo non raggiungerà mai più le vette del campionato di Promozione.

Dal settore femminile, che deve sempre fare i conti con l’esiguità del numero delle tesserate, arrivano sussulti di vitalità e risultati importanti: la figlia d’arte Martina Pasotto e un gruppetto di altre talentuose ragazze diventano campionesse provinciali Allieve nel 2001-02, guidate dalla giovane Silvia Brasioli.

La presidenza viene intanto assunta direttamente da Lorenzo Maggioni, che continuerà negli anni ad infondere energie e passione nel settore giovanile, affidandone al promettente ma già molto competente Enrico Beghini la gestione tecnica.

Nel 2005-06 il gruppo ’92-’93 (in cui militano tra gli altri Nicolò Carazza e Andrea Boschini), raggiunge il secondo posto nel campionato Under14, guadagnandosi l’accesso alla fase regionale, guidato da Marco Lanza.

In questi anni, altri nostri giovani compioni interessanti esperienze lontano da Cerea : Michele Pettene e Matteo Boschini in C2 ad Ebbro,  Martina Pasotto in A2 femminile con la Pakelo S.Bonifacio.

Nel 2009-10 l’under 13 allenata da Fabio Defanti, che annovera tra gli altri il talentuoso Marco Morello, raggiunge le Final Four di categoria.

Sono gli ultimi acuti della Pallacanestro Cerea nella gestione Maggioni, che diventa anno dopo anno sempre meno programmatica : entrano nel direttivo alcuni ex-giocatori o ex-allenatori (Enrico Trentin, i fratelli Passarin, Federico Falsirollo e Andrea Zampa) attivi sostenitori anche come sponsor attraverso i marchi delle loro aziende, rilevano la società e ne evitano il fallimento.

Assume la carica di presidente Davide Pasini.

Torna alla guida del settore giovanile Marco Lanza.

Confermata come responsabile del minibasket Silvia Brasioli.

Nell’estate 2012 parte il progetto Cerea Basket Camp grazie alla collaborazione di Claudio Capuzzo, nostro ex-giocatore. Un modo per tenere impegnati i nostri atleti in attività sportive e ricreative di vario genere, ma anche di far conoscere ad altri ragazzi di elementari e medie il nostro splendido sport nelle calde mattine di estate.

Nell’estate 2016 il nuovo direttivo, grazie all’impegno dei soci sostenitori Falsirollo, Trentin e Zampa, si accolla il rifacimento del parquet e la ristrutturazione degli spogliatoi della palestra delle scuole medie. I ragazzi della prima squadra, piccone alla mano, danno luogo ad una vera e propria edizione di “extreme makeover” : d’ora in poi l’impianto si può considerare un vero e proprio palazzetto, e viene scelta più volte dai vari comitati organizzatori della federazione come sede di Finali Provinciali e Regionali.

Nella stagione 2016-2017 Marco Morello (1997) viene inserito come under nel roster della Dinamica Mantova (serie A2) mentre disputa da protagonista il campionato di serie D nelle file del S.Pio X Mantova.

Nella stagione 2017-2018 arrivano i primi frutti del lavoro del nuovo staff tecnico : 3° posto provinciale conquistato dai ragazzi del 2005 (under 13) allenati da Salvatore Vacca (che disputano il campionato sotto il nome di Grandi Valli in virtù della collaborazione con la società del presidente Murana) e Final Four Provinciali anche per i ragazzi del 2004 (under 14) allenati in prima persona da coach Lanza, che terminano la stagione in crescendo, dominando il Trofeo Veneto (riservato alle quarte classificate dei vari campionati provinciali).

La stagione sportiva 2018-2019 resterà nella storia. In estate Lovato, Pasquato e Vezzali vanno in prestito alla Scaligera Basket, ma grazie alla collaborazione con Grandi Valli e Bovolone arrivano forze fresche e, a dispetto di ogni previsione, la nostra Under 15 guidata da coach Lanza diventa Campione Provinciale dopo una stagione in crescendo che culmina con la vittoria in finale su Dossobuono nelle Final Four di Bussolengo. Nel frattempo l’under 14 di coach Lanza conferma il terzo posto provinciale e nella fase regionale compie un impresa superando Riva del Garda, Jolly Basket e Altavilla nel girone eliminatorio e conquistando le Final Four regionali, dove supera Sarcedo in semifinale arrendendosi solo alla corazzata Verona Basket.

 

LINK

Contatti

SOCIETA' A.S.D. PALLACANESTRO CEREA

P.IVA 02710760238
Via Gandhi 1/a
37053 CEREA (VERONA)
cell. 3384425141

www.asdpallacanestrocerea.it
pasinid@alice.it

Privacy Policy | Cookies Policy | Note Legali

Social Network

Iscriviti al blog!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 14 altri iscritti

Back to Top